Un buon crashpad è una parte di attrezzatura indispensabile per un boulderista: ti protegge nel migliore dei modi dalle cadute ed a volte assolve anche altre funzioni, come diventare un materasso per la notte in tenda. Non è detto che il crashpad con lo spessore più alto e la larghezza maggiore sia quello perfetto per noi: per avere qualche idea introduttiva, ti lasciamo qui un link ad un precedente post che abbiamo scritto su “come scegliere il crashpad”.



Se sei alle tue prime uscite sui massi, probabilmente non oserai salire highball e massi dalle altezze proibitive: per questo sarà sufficiente un materasso di dimensioni medie che coprirà una superficie di caduta sufficiente nella maggior parte delle occasioni (a maggior ragione se vai con amici). Nella maggioranza dei casi conviene prediligere, nei primi acquisti, una maggiore praticità di trasporto ed una buona durata dei materiali.



Molti crashpad hanno dei rinforzi nei punti di maggior usura (domino) e sono stati ideati con l’obiettivo principale di durare più a lungo possibile sia nelle cuciture che nella rigidità della schiuma: un ottimo punto a favore. Alcuni modelli ti aiutano ad utilizzare il crashpad su entrambe i lati a seconda delle situazioni in cui ti trovi. Si tratta del Verso Concept sviluppato da Beal, che consiste di una doppia densità dell’imbottitura: la parte dura ti protegge dalle altezze elevate, mentre la parte morbida ti serve per attutire le cadute dal basso. Le due parti sono contrassegnate da colori diversi, in modo da poterle riconoscere al volo.



Un crashpad che abbia una buona trasportabilità del materiale al suo interno ti permette di non dover avere con te molte altre cose come lo zaino o la borsa, che aggiungono una parte di ingombro nell’avvicinamento. Spesso i boulderisti “pro” hanno due o tre paia di scarpette con sé e non possono fare a meno di avere una sacca per il materiale, ma il boulderista neofita viaggia in genere molto più snello.



Le misure medie sapranno adattarsi alla maggior parte delle situazioni, ma anche alla maggior parte dei bagagliai delle macchine e saranno comodamente trasportabili. Anche il peso del materasso gioca la sua parte nella scelta durante l’acquisto: il nostro consiglio è di partire piuttosto leggero, soprattutto se non sei ancora di casa in molte aree boulder e può succedere anche a te di girare a lungo per trovare il masso giusto!


cassin domino



3 luglio 2020