’allenamento a secco per l’arrampicata spesso prevede l’utilizzo dei dischi in ghisa che possono aiutarci a lavorare al trave con del sovraccarico, se un esercizio non è massimale per noi, o con dello scarico se al contrario l’esercizio è troppo difficile. Il principio è quello di sgravarci di un po’ di peso aiutandoci con un sistema che possiamo calcolare e quindi aumentare o diminuire sessione dopo sessione, fino a riuscire a fare l’esercizio a peso naturale.



Ci sono alcuni metodi che aggirano la necessità di installare una carrucola come ad esempio l’utilizzo di un anello elastico fissato in posizione centrale sotto al trave, oppure l’aiuto di un compagno che ci “solleva” durante l’esercizio: sono molto più immediati, ma è difficile riuscire a programmare uno scarico costante come si può fare con un kit di pesi che possiamo variare di 0,5 kg per volta.

 

 

Per montare una carrucola dobbiamo avere una struttura con uno o più travi fissati adeguatamente: è sempre meglio inserire i chiodi e le carrucole sulla struttura portante e non nel trave stesso. In ogni caso accertiamoci sempre bene che tutto sia molto stabile e ben fissato prima di appenderci zavorrati con 50 kg di sovraccarico.



Per installare un sistema di carrucole ti occorrono tre viti con occhiello e tre carrucole con gancio (oppure con moschettoni), un cordino da arrampicata del diametro corrispondente a quello della carrucola e almeno due moschettoni. Metteremo un occhiello centrale sotto al trave e gli altri due occhielli equidistanti da quello centrale, in modo da lavorare sempre con lo stesso tipo di forza; ad ogni occhiello agganceremo una carrucola. Se il tuo obiettivo è fare esercizi a due braccia puoi anche utilizzare solo due occhielli e due carrucole; se invece vuoi fare un lavoro monobraccio molto preciso, ti consigliamo di invertire il senso della carrucola a seconda del braccio che usi, utilizzando una carrucola esterna e quella centrale.



L’estremità del cordino che scende dall’occhiello centrale va collegata all’imbrago tramite un moschettone, mentre all’altra estremità collegheremo, sempre con un moschettone, i chili necessari.



carrucola trave arrampicata



9 novembre 2019