Chi ha detto che lo spazzolino non serve quando si scala indoor1 agosto 2017

 

Che sia per la falesia o per il boulder, lo spazzolino è, dopo le scarpette, il compagno fidato di ogni arrampicatore. Da chi usa quello da denti ormai spianato a chi il sofisticato set della Black Diamond, o ancora la spazzola di ferro del ferramenta: in ogni caso è lui che ha il delicato compito di pulire la presa senza rovinarla, di aggiungere la magnesite dove non ce n’è, e toglierla dove ce n’è troppa. Insomma: una responsabilità enorme. E, se è vero che tutti abbiamo iniziato portandoci dietro lo spazzolino di casa, è altrettanto vero quanto ci siamo resi conto che la spesa per uno spazzolino idoneo alla roccia non è mai sprecata. La scelta su cosa comprare dipende ovviamente dall’utilizzo che vuoi farne.

 


Se ad esempio ti aspetta un grande lavoro di pulizia su una via o un boulder molto sporchi da terra, muschio e qualsiasi sorta di cosa che possa essere nata in una stagione di abbandono, ovviamente ti consigliamo uno spazzolino altrettanto grande, dalle setole un po’ più rigide e dall’impugnatura comoda, visto che temiamo che dovrai pulire a lungo!

 


evidentemente questa spazzola della Mammut non sarà al tuo fianco su una via in falesiaAl contrario, se ti trovi su una via o un boulder molto frequentati, magari con tacche o piccole fessure, uno spazzolino minuto, giusto per “soffiare via” la magnesite in eccesso, può essere più che adatto. Va da sé che, se vuoi portarlo in falesia, l’elemento discriminante sarà l’ampiezza dell’impugnatura: comprare uno spazzolino che poi non entra nell’apposito spazio del sacchettino, potrebbe far aumentare notevolmente i livelli di nervosismo in parete.

 


Per i boulderisti la scelta è più ampia, e qui passiamo a veri e propri set di spazzole per ogni forma ed esigenza. Generalmente nel boulder vengono usati di più, quindi è meglio sceglierli più resistenti, e il kit da tre o più spazzolini può davvero essere un’ottima opzione per farli durare più a lungo. Dal legno di faggio alle setole di cinghiale, i materiali sono quasi sempre naturali in modo da non rovinare la roccia ed essere resistenti all’usura; insomma, non vedrai l’ora di trovare prese bisognose delle tue attenzioni su cui sperimentarli.