Dopo le prime gare di Coppa Italia Boulder, si apre anche la stagione delle specialità di Speed e Lead, meglio conosciute come Velocità e Difficoltà. A Brugherio il podio maschile Lead porta i nomi dei ben conosciuti Stefano Ghisolfi, Francesco Vettorata e David Oberprantacher. Per quanto riguarda la gara femminile, è Asja Gollo a fare una prestazione da cento (punti) e lode, seguita dalle altrettanto giovani Camilla Bendazzoli e Sara Caramella. Nella velocità vincono tra gli uomini Leonardo Gontero, seguito da Gian Luca Zodda e Jacopo Stefani, tra le donne Andrea Rojas Tello, più veloce di Elisabetta Dalla Brida e Anna Calanca.



Anche negli Stati Uniti è tempo di gare, e si è svolta in Nevada la USA Climbing 2018 Sport Nationals, gara di difficoltà diremmo noi, che ha però visto mettersi in gioco anche grandi nomi delle competizioni di boulder come Nathaniel Coleman ed Alex Puccio. E a quest’ultima non è andata neanche male, visto che è salita addirittura sul podio qualificandosi terza dietro alla vincente Claire Buhrfeind, e davanti alle fortissime Margo Hayes, quarta, e Brooke Raboutou, quinta. Tra gli uomini si porta a casa il titolo Sean Bailey, davanti a Drew Ruana e Solomon Barth; il campione di boulder in carica Nathaniel Coleman disputa la finale ma chiude all’ottavo posto.



Intanto i boulderisti si sono ritrovati al contest internazionale Studio Blocmasters, dove la nostra Camilla Moroni è riuscita ad entrare in una finale di tutto rispetto, insieme a nomi come Miho Nonaka, che ha vinto il titolo, Janja Garnbret, seconda, e Jessica Pilz, quarta, che ha vinto proprio lo scorso weekend il campionato di blocchi austriaco. Camilla ha fatto un’ottima gara, chiudendo addirittura terza nelle semifinali. Tra gli uomini vince invece il russo Aleksei Rubtsov, che sale sul podio insieme a Jan Hojer e Jernej Kruder. Quattro gli italiani che hanno partecipato: Marcello Bombardi ha ottenuto il miglior risultato, qualificandosi undicesimo; rispettivamente al quindicesimo, sedicesimo e diciassettesimo posto Pietro Biagini, Michael Piccolruaz e Gabriele Moroni.

 


Camilla Moroni arrampicata boulder

Camilla Moroni impegnata nella tenenza


19 marzo 2018