23 agosto 2017



10. Pirmin Bertle sale due 9a in 75 minuti. Da record la giornata di questo arrampicatore tedesco che si porta a casa “Chromosome X”  e “Y”, due tiri nella falesia di Charmey.




9. Gérôme Pouvreau sale Ali Baba a vista. Neanche Adam Ondra era riuscito nell’impresa di salire questa multipitch di otto tiri tra il 7b+ e l’8a+, cadendo all’altezza del settimo tiro.



8. Mamma e figlia Raboutou salgono lo stesso 8c insieme. In realtà a distanza di 5 giorni una dall’altra, salgono il loro primo 8c, “welcome to Tijuana” a Rodellar. 13 anni per la piccola Brooke, 46 per la mamma. E tanta tenenza.



7. Leah Pappajohn e Jonathan Fleury salgono nudi “The Nose”. Pochi giorni dopo la celebre salita di Honnold, questi due pazzi si tolgono i vestiti per scalare solo con corda e scarpette il “The Nose”.



Megos su Estado Critico arrampciata a vista www.havista.com6. Alex Megos sale il primo 9a a vista. È  “Estado critico” il primo tiro di grado 9a ad essere salito a vista nel 2013, entrando nella storia dell’arrampicata.



5. Charles Albert sale “Monkey Wedding”, 8C boulder scalzo. Se hai dimenticato le scarpette a casa, puoi provare a scalare come Charles Albert, già celebre per le sue salite (e discese) a piedi nudi a Fontainebleau.




4. Alex Honnold sale Freerider senza corda. Salita storica in free solo in Yosemite, pubblicata anche nelle prime pagine dei quotidiani nazionali, che ha lasciato il mondo intero senza parole.



3. Stefano Ghisolfi sale senza piedi “Sarre 2000”, 8a+. Salire un 8a+ senza piedi al Tetto di Sarre (AO) fa venire, a noi comuni mortali, l’epicondilite solo al pensiero. Livello impressionante.




2. Chuck Odette sale un 8B+ boulder a 61 anni. Ne avevamo parlato anche in precedenza, invidiabile stato di forma per il “ragazzo”, che comunque quest’estate si è portato a casa anche altri boulder di 8B.



1. Adam Ondra sale tre vie di 9a in un giorno. Va bene che ormai fare il 9a non fa (quasi) più notizia, ma tre in un giorno è più da alieni che da umani! “Elder Statesman”, “The House of Shock” e “Sever the Wicked Hand” sono le tre vie in Frankenjura incatenate da Ondra tra un recupero e l’altro.