3 agosto 2017

 

 

Apri un sito di arrampicata qualunque, in estate, e senza dubbio tra le news compariranno foto di boulder dalla roccia rossa, straordinariamente lavorata: è Rocklands, il place to be dell’estate per i boulderisti di tutto il mondo. Ma perché tutti vanno a Rocklands?



 


Prima di tutto perché si trova in Sud Africa, a circa tre ore da Cape Town, ed è uno dei pochi posti dove è Inverno mentre da noi soffia Caronte: non un Inverno gelido e con neve, ma mite e abbastanza stabile a luglio, più piovoso ad agosto. Comunque si arrampica quasi sempre in maglietta di giorno, e si mette il piumino la sera. Ovvero, le migliori condizioni che si possano chiedere!



 


In secondo luogo, i boulder di Rocklands ci sono solo a Rocklands! Sembra ovvio, ma non è così. Quello stile atletico su prue, strapiombi e tetti, che si sviluppa notevolmente anche in altezza, non si trova facilmente dalle nostre parti, soprattutto per quanto riguarda le difficoltà più basse. E poi tanti lanci, anche a due mani, ma questo soprattutto per i gradi più sostenuti.



 


La roccia è arenaria rossa, a volte costellata da piccoli quarzi, ed ha una caratteristica unica: i boulder sono sempre talmente lavorati dal vento, che in uscita non manca mai “la ronchia della vita”, e scalare su boulder alti diventa un divertimento per ogni livello.



 


Più sali, più le prese sono buone.. highball per tutti!In ultimo c’è anche il fattore “difficoltà”, che ha contribuito non poco a far esplodere il turismo degli arrampicatori in Sud Africa. Come dire: sicuramente tutti possono tornare a casa soddisfatti, senza togliere per questo nulla alla bellezza unica dei passaggi.



 


E, se hai voglia di incontrare gli scalatori “che si tengono”, qui li troverai tutti!