14 luglio 2017


E’ un periodo davvero caldo per gli atleti delle gare di difficoltà; dopo i Campionati Europei sono stati impegnati lo scorso weekend nella prima tappa di Coppa del Mondo a Villars (Svizzera) e nella seconda tappa ieri sera a Chamonix. Per Laura Rogora si è trattato del suo esordio in Coppa del Mondo. Un grandissimo esordio, visto che a Villars si è guadagnata non solo la finale, ma un ottimo sesto posto. A Chamonix sono Ghisolfi e Bombardi che invece portano in alto la nostra squadra: Marcello Bombardi è salito sul gradino più alto del podio davanti ai giapponesi Hada e Korenada, Ghisolfi chiude settimo!



E intanto i colleghi boulderisti sono in vacanza, tutti i top level climber europei si trovano a Rocklands, e chi non c’è vorrebbe esserci. Nalle Hukkataival continua a liberare passaggi di difficoltà decisamente alta, ma soprattutto molto estetici. The Finnish Line, 8C, è “la prua” per eccellenza, una “gemma rara”, come la definisce lui stesso. Anche Alex Megos l’ha raggiunto, salendo Monkey Wedding, 8C, nel suo primo giorno in zona, giusto per prendere confidenza con la roccia del Sud Africa.

 


A pochi km di distanza ci sono anche gli americani: Paul Robinson e Jimmy Webb sono nelle Cederberg Mountains, ad aprire e ripetere passaggi altrettanto belli e selvaggi, come Close Encounter, così ribattezzato dopo un incontro ravvicinato con il Puffadder, il serpente velenoso più temuto dagli arrampicatori.