Il Prusik e il Machard sono due tra i nodi autobloccanti che svolgono la funzione di stringersi intorno alla corda nel momento in cui vengono sottoposti a forte tensione; in questo modo puoi fare discese in corda doppia una sicurezza aggiuntiva, e senza il rischio di bruciarti le mani. In generale puoi utilizzare i nodi autobloccanti anche per le risalite su corda fissa ed operazioni di soccorso o autosoccorso, avvolgendo il cordino intorno alla corda ed agganciandolo poi al tuo imbrago tramite un moschettone.



Puoi realizzare questi nodi con cordini di nylon dello spessore di 6 o 7 mm a seconda del diametro della corda su cui dovrai usarli: in linea di massima si calcola un 60% in meno rispetto al diametro della corda. La lunghezza ottimale dell’anello di cordino va dai quaranta ai novanta centimetri: è importante calcolare la lunghezza giusta del nodo e la giusta quantità di avvolgimenti intorno alla corda per essere certi che il nodo blocchi in maniera sicura. Se non hai un cordino, puoi fare un nodo autobloccante anche con una fettuccia il cui spessore non superi i 13-14 mm, possibilmente in nylon.



Il Prusik è un nodo autobloccante bidirezionale, ovvero si blocca con trazione sia dall’alto che dal basso e richiede un minimo di esperienza per la sua esecuzione. Oltre che per la discesa in corda doppia, è utilizzato anche per le risalite su corda statica e per le operazioni di soccorso. Il suo effetto bloccante è talmente potente che è più difficile allentarlo una volta che è sottoposto a tensione tramite il peso del nostro corpo ma, proprio per questo, è quello con la presa più sicura.



Il Machard è un nodo bloccante mono o bidirezionale, a seconda di dove passi l’asola; il Machard monodirezionale è anche conosciuto come nodo Klemheist. Come il Prusik, è adatto alle discese in corda doppia, ed ha il vantaggio di sbloccarsi con più facilità una volta che entra in tensione; allo stesso tempo è anche più facile e veloce da realizzare e da disfare.



Come sempre vogliamo ricordarti che l’esecuzione di questi nodi e manovre richiede una formazione specifica che deve essere eseguita con personale certificato e che le informazioni contenute in questo articolo sono semplicemente delle linee guida: prima di cominciare a scalare è importante essere seguiti nell'apprendimento delle manovre base da esperti qualificati. Inoltre l'articolo non pretende di essere esaustivo per quanto riguarda il corretto funzionamento dell'attrezzatura illustrata, per cui si rimanda ai manuali d'uso.





5 maggio 2019