Ora anche il Giappone ha un 9a+ di arrampicata, e ad aprirlo è Sachi Amma, uno degli atleti di punta del team nipponico. La via, che era stata chiodata l’anno scorso da Adam Ondra e dallo stesso Sachi Amma, si trova alle porte di Tokyo, nella falesia di Gozen Rock. E probabilmente non sarà l’unica hard line della falesia, come lascia intendere lo stesso atleta, che svela sul suo profilo Instagram: sta già provando la versione diretta della via ed un altro nuovo progetto ancora in fase di “costruzione”.

 

 

A lui i complimenti dello stesso Adam, che nel frattempo ha fatto una gita in Italia a Sperlonga dopo la sua consueta pausa arrampicatoria annuale di due settimane. Il riposo ha dato come sempre i suoi buoni frutti, d’altronde chissà se esiste qualcosa che può non funzionare su Adam, e così ha liberato La teoria del gesto, 9a, ovviamente alla Grotta dell’Arenauta.

 

 

Per quanto riguarda il boulder, ci troviamo nella stagione “calda” di Bishop ed infatti, insieme ai pacchetti di Natale, arrivano puntuali anche le notizie di salite importanti dall’altra parte dell’oceano. Per ora a far parlare di sé e Fabian Buhl che sale leggiadro tre highball da brividi: Ambrosia 8A, Too big to flail 7C+ e Old Greg.

 

 

Anche Nina Williams non può lamentarsi delle sue vacanze di Natale che si svolgono a Hueco tanks. Tra le sue salite più interessanti spiccano Barefoot on Sacred Ground, 8A+ in entrambe le sue varianti diretta e non diretta (che ha ribattezzato Barefoot on Spotted Ground) e Dark age 8A.



Nina Williams: Barefoot on Sacred Ground

 

Sachi Amma Maturity 9a+ arrampicata Giappone

Sachi Amma su Maturity, 9a+, Gozen Rock


Adam Ondra Sperlonga arrampicata

Adam Ondra in volo a Sperlonga


28 dicembre 2017