Se arrampicare nelle palestre con la corda non genera dubbi in merito alle difficoltà, generalmente espresse con gli stessi gradi che troviamo in falesia, per quanto riguarda il boulder ed i circuiti la classificazione è diversa. Spesso i circuiti rappresentano una “via di mezzo”, nel senso che vengono contrassegnati sia con il colore relativo alla difficoltà, sia con il grado con cui potresti compararli ad una via in falesia. Discorso diverso invece per i blocchi sul muro, che vivono di una classificazione a sé, generando a volte un po’ di confusione soprattutto tra chi va in palestre diverse.



Ogni palestra adotta un proprio codice di colori che indica i passaggi dal facile all’estremamente difficile, e per questo non ci è possibile fornire una decodifica unica; raramente vengono anche attribuiti per ogni colore delle fasce di difficoltà in grado boulder. Anche la quantità dei colori non è sempre uguale, a volte puoi trovare i cinque colori fondamentali (bianco più facile e nero più difficile), mentre in altre sale boulder ci sono colori fluorescenti che diversificano con maggiore attenzione le varie difficoltà.



Le palestre più attente all’estetica e ad una tracciatura omogenea creano boulder con prese dello stesso colore: questo, pur portando ad una lettura del passaggio molto immediata, a volte genera confusione in chi è alle prime visite nelle palestre, perché il colore delle prese viene associato al colore della difficoltà. In realtà l’unico vero ed universale riferimento è il colore del nastrino che indica le prese di partenza ed il top.



Il boulder in palestra, una disciplina dell’arrampicata per sua natura molto “fruibile”, si slega un po’ dal concetto di prestazione legato al numero, aspetto che peraltro crea controversie e dibattiti già su molti passaggi che troviamo sulla roccia. Inoltre lo stile di tracciatura molto moderno con lanci, rincorse e tanti movimenti dinamici, rende difficile associare a questo stile di arrampicata un vero e proprio grado, anche se è comunque una disciplina slegata per tradizione da numeri e gradi.



gradi indoor



25 maggio 2019