E’ giunta all’ottava edizione la gara La Sportiva Legends Only: quest’anno toccava a sei uomini contendersi il trofeo (la gara è dedicata un anno alle donne ed un anno agli uomini). Alexey Rubstov, Ray Sugimoto, Jernej Kruder, Jongwon Chon ed in ultimo Chris Sharma hanno partecipato alla competizione che li vede tentare di salire cinque blocchi estremi nella palestra Klättercentret di Stoccolma.



I boulder, tracciati nello stile più all’avanguardia delle gare di Coppa del Mondo, erano ricchi di movimenti dinamici, equilibrio, coordinazione e volumi: uno stile molto “new climbing generation”, sul quale Chris Sharma, da anni fuori dal mondo dalle competizioni, ha fatto molto fatica ad arrampicare. Nonostante questo (ed oseremmo dire: “e ci mancherebbe”), è stato applaudito, incitato dal pubblico e supportato anche dagli altri atleti.



Solo uno degli altri cinque giovani ed epici talenti ha salito tutti e cinque i problemi, fregiandosi del titolo di Legend 2018, ed il suo nome è Alex Megos! Impressionante anche la perfomance del coreano Jongwon Chon, vincitore della precedente edizione maschile del 2016, e dello sloveno Jernej Kruder, specialista dei movimenti dinamici e di coordinazione.



Ma un altro evento boulder ha avuto luogo dall’altra parte del mondo, questa volta tutto al femminile: il Rock Queens 2018, una gara ad invito organizzata dalla vincitrice della Coppa del Mondo Boulder 2018 Miho Nonaka, con una ricetta speciale. Solo donne, il più alto premio in soldi di sempre, le ragazze più forti e determinate del momento. In realtà l’evento è passato un po’ in sordina, probabilmente perché scarseggiavano le traduzioni in inglese e, per chi non mastichi ideogrammi a colazione, era difficile decifrare anche solo la classifica.



Petra Klingler, invitata d’onore dall’Austria, chiude in quinta posizione, mentre la collega europea russa Ekaterina Kipriianova resta per un soffio fuori dalla finale, qualificandosi settima. Il podio è tutto giapponese: terzo posto per Mao Nakamura, secondo per Natsuki Tanii e due milioni di yen (poco più di quindicimila euro) proprio per lei, Miho Nonaka!

 


Alex Megos credits: Ryu Voelkel









26 novembre 2018