La Speed è una delle specialità dell’arrampicata che sta suscitando un interesse incredibile e sempre crescente per via del ruolo determinante che avrà nelle prossime Olimpiadi di Tokyo, ovvero le prime dove vedremo in scena anche l’arrampicata nelle sue tre espressioni principali: difficoltà, boulder e velocità.



A differenza delle altre due specialità che saranno in gara alle Olimpiadi, la velocità prevede un percorso sempre uguale, che gli atleti hanno avuto modo di provare durante la loro preparazione: un po’ come per i centometristi, dovranno perfezionare il loro tempo per raggiungere il risultato migliore scontrandosi sempre in modalità “duello”.



La via, che gli atleti salgono con la corda dall’alto, è lunga quindici metri e richiede una precisione di movimenti ed un reclutamento di tutta la potenza disponibile eccezionali, e termina con un lancio finale che decreta il tempo della prestazione. Il tempo in cui questa via viene percorsa è sorprendentemente rapido: il record mondiale maschile è dal 2017 quello di Reza Alipour Shenazandifar, che ha battuto il timer dopo solo 5.48 secondi. Il recente nuovo record femminile stabilito dall’atleta cinese YiLing Song nella Coppa del Mondo Speed di Chongqing ha acceso anche molta curiosità sulla possibilità per le atlete femminili di abbattere il tempo dei fatidici 7 secondi.



Il percorso da salire non è di difficoltà estrema (sembra che si aggiri intorno al 6b) e, per quanto sia stato studiato nei dettagli da ogni atleta, richiede movimenti dinamici ed una concentrazione mentale impeccabile: la modalità a duello promuove alla fase successiva di gara il vincente tra di due atleti che si scontrano.



Nonostante sia stata spesso sottovalutata, ora il suo peso nel determinare le classifiche “combinate” delle tre specialità, e quindi anche i risultati delle Olimpiadi, è pari a quello della difficoltà e del boulder, arrivando talvolta a “dare uno scossone” a quelle che sarebbero le classifiche generali, od altre volte a confermare quali siano gli atleti più polivalenti e completi del mondo. Se vuoi dare un'occhiata, ti lasciamo il video degli "highlights" proprio della Coppa del Mondo di Chongqing.



Credits: Katy Dannenberg BD Equipment Experience

Credits: Katy Dannenberg BD Equipment Experience






6 luglio 2019