Come tutti gli anni, anche la ventiseiesima edizione dello Hueco Rock Rodeo si è svolta tra boulder epici, arrampicatori granitici e fiumi di birra. La manifestazione si è svolta nel corso di un lungo weekend, ma la fase più strettamente competitiva è durata un solo giorno, durante il quale gli atleti hanno avuto modo di salire i passaggi storici già presenti a Hueco.



Keenan Takashi supera tutti, annoverando nelle sue ventiquattro ore ben quattro passaggi di 8A+, di cui molti saliti in stile "flash", tra cui Barefoot on sared ground o Tequila Sunrise, per concludere con la salita flash di Diabolique, V13, ovvero 8B. Al secondo posto il “local d’adozione” Sam Davis che, nella serata di venerdì, ha intrattenuto il consistente pubblico di arrampicatori con un video sulla sua nuova vita poco lontano da Hueco Tanks, mostrando questa mecca del boulder sotto nuovi punti di vista. 



Nella categoria femminile si impone Michaela Kiersch, prima davanti anche ad Alex Puccio; anche per lei un’impressionante lista di boulder fino all’8A+ saliti in giornata, tra cui il bellissimo Tequila Sunrise; terza classificata Paige Claassen. La manifestazione si è poi conclusa con la classica gara di lanci, mentre nel weekend in arrivo gli arrampicatori si dedicheranno a riportare l’area a “normali” condizioni di pulizia con il Clean Up Day.



Dalla Svizzera invece Giuliano Cameroni regala ai boulderisti un nuovo passaggio di difficoltà estrema: si tratta della first ascent di Poison the well, per il quale l’arrampicatore svizzero propone il grado di 8C+. Il passaggio si trova a Brione, in Ticino, dove sono arrivati a vivere il meglio dell’aderenza top di febbraio anche gli americani Paul Robinson e Carlo Traversi. Puoi restare aggiornato sugli ultimi video del team americano e svizzero sul canale Youtube Mellow.



Michaela Kiersch credits: Levi Harrell



22 febbraio 2019