Il mondo dei dispositivi per l’assicurazione in falesia si è arricchito di un nuovo sistema super funzionale e sicuro: come dice il nome stesso “Revo”, Wild Country ha concepito quello che, ad oggi, è l’assicuratore più rivoluzionario del mercato.



Nel 1991 abbiamo assistito a molti eventi strabilianti che hanno influito sulla nostra vita, come la vittoria di Riccardo Cocciante al Festival di Sanremo o, per noi arrampicatori, l’uscita sul mercato del GriGri. Il dispositivo autobloccante di casa Petzl era, ed è ancora oggi, lo strumento che forse ha ottenuto i migliori feedback in tema di sicurezza e che si è migliorato negli anni con le versioni “GriGri 2” e “GriGri Plus”. Nel frattempo la ricerca è andata avanti, vari brand hanno prodotto il proprio dispositivo assicuratore ma è Wild Country che promette di conquistare il mercato futuro con la sua nuova creatura: il Revo.



Innanzitutto il Revo è rivoluzionario perché “non ti puoi sbagliare”. Uno dei rischi più grossi legati a tutti gli altri assicuratori è quello di inserire la corda nel verso sbagliato: la prassi prevede svariati controlli per accertarsi che tutto sia stato messo correttamente, ma sappiamo anche che nella realtà le potenziali fonti di ditrazione in falesia sono infinite e nessun processo di controllo è sicuro al 100%. Ecco quindi che con il Revo non siamo autorizzati ad essere distratti, ma non possiamo fare molti danni a chi arrampica: in caso di caduta la corda si blocca sempre.



Un altro aspetto rilevante è che con il Revo si possono usare tutte le corde singole, da 8,5 mm a 11 mm. Questo vuol dire che, nel migliore dei casi, non dobbiamo avere due assicuratori diversi per la corda più spessa con cui ci scaldiamo e per la corda super fine che usiamo per il tentativo. O ancora peggio non abbiamo una corda fine che scivola troppo rapidamente in un dispositivo che non riesce a bloccarla, o un canapone che viceversa non scorre con sufficiente fluidità e blocca continuamente l’arrampicata del compagno.



Testato ed ampiamente consigliatoci tra l’altro anche da James Pearson e Caroline Ciavaldini della famiglia Wild Country, è il prossimo investimento da fare in tema di sicurezza.



 

ATTENZIONE: Questo articolo è solo a scopo informativo e non pretende di spiegare esaustivamente il corretto funzionamento dei vari attrezzi citati, per cui si rimanda ai rispettivi manuali di utilizzo.

 

 

 

 





Wild Country Revo


15 giugno 2018