Arrampicare in falesia con una corda nuova può diventare un’esperienza spiacevole, soprattutto se non l’abbiamo svolta nel modo giusto e quindi, come dice il saggio, tutti i nodi vengono all’assicuratore. C’è chi si arrende a questa evidenza con rassegnazione e fatalismo. Al compagno che chiede disperatamente dall’alto perché non gli arrivi corda al momento di rinviare, la risposta giunge malinconica e con uno sconsolato scuotimento di testa: “E’ la corda nuova. Si annoda”.



A dire il vero la corda nuova si attorciglia solo se, una volta acquistata, non l’abbiamo srotolata nella maniera opportuna. L’errore più comune è quello di arrivare in falesia con la corda ancora impacchettata e, preso un capo, tirarlo facendo passare tutta la corda tra le mani, ammucchiandola in terra. Questo è il metodo più veloce per trovarsi poi asole e nodi tra le mani mentre cerchiamo di assicurare in maniera non solo scomoda, ma oltremodo pericolosa, la persona che sta arrampicando.



Prima di tutto la corda va spacchettata e liberata dalle fascette possibilmente senza usare coltellini o oggetti contundenti di fortuna come pietre o chiavi della macchina, perché oltre a rischiare di dover tornare a casa a piedi, rischiamo anche di rovinare irrimediabilmente la calza della corda nuova. Alcune corde sono dotate di fascette che si aprono senza dover utilizzare nessun oggetto, semplicemente tirando il lembo non incollato. Una volta che abbiamo aperto in tutta sicurezza la corda, impieghiamo cinque dei nostri minuti per svolgerla, immaginando di dover fare il movimento contrario a quello della bobina che l’ha avvolta in fabbrica. Partendo dall’anello centrale della corda, faremo scendere tutta la bobina a terra fino ad arrivare alle due estremità, che utilizzeremo poi per ripiegarla a bambolina (nel caso fossimo a casa e dovessimo ancora andare in falesia) oppure per ripassarla ancora una volta tra le mani per essere certissimi che non ci siano nodi.



Segnaliamo un paio di video illuminanti sulla corretta maniera di srotolare una corda, che corrisponde anche al punto numero uno del decalogo sul come trattarle correttamente.



Per riavvolgere la corda a bambolina, ti rimandiamo al nostro precedente post.







Corda arrampicata sbobinata bambolina

Fai come Tommy, scala sul 9a!



19 aprile 2018