Le prime uscite in falesia sono delle esperienze che ricorderai per sempre: ecco perché è importante scegliere il posto giusto dove poter arrampicare in sicurezza in un ambiente appropriato. Molti siti di arrampicata e riviste parlano delle falesie “no big”, dove puoi trovare un’infinità di vie facili e dalla chiodatura abbastanza confortante se vuoi provare ad andare “da primo”.



Queste falesie in genere sono accomunate da alcune caratteristiche, che puoi passare al vaglio anche per trovare da te una falesia adatta alle tue esigenze: visto che quando iniziamo ad arrampicare abbiamo già abbastanza problemi da affrontare, tendiamo a preferire vie corte dove l’aspetto dell’esposizione al vuoto giochi sia il meno rilevante possibile. Per vie corte intendiamo monotiri di lunghezza intorno ai 15 metri, anche 10 se possibile.



La chiodatura dovrebbe essere ravvicinata, anche se è difficile capire quanti spit sono presenti su una via leggendo una guida: alcune segnano il numero di protezioni, altre scrivono dei commenti generici ma comunque affidabili. Se vedi scritto sulla guida “chiodatura storica” oppure “sportiva”, sappi che si intende uno stile poco adatto ai neofiti.



E’ opportuno scegliere anche una falesia con una roccia possibilmente molto affidabile, perché non si ha ancora l’esperienza necessaria per capire quando sia meglio evitare di “tirare” una presa che non ci convince. Per questo aspetto è bene informarsi con arrampicatori più esperti: alcuni tipi di roccia, come ad esempio il granito, si prestano comunque meglio a queste caratteristiche. Il calcare, al contrario, può essere estremamente compatto così come molto fragile.



Non c’è nulla di male a scegliere una falesia che sia anche “bella”, in un contesto paesaggistico che ci fa apprezzare meglio la nostra giornata all’aria aperta. L’esposizione della parete a nord o sud può essere determinante per la riuscita di una buona giornata di arrampicata: possiamo quindi cercare un settore ombreggiato e rivolto a nord in estate, così come un settore soleggiato e rivolto a sud in inverno.



Anche una comoda base in piano può essere una caratteristica importante per le prime uscite in falesia: sicuramente non vogliamo vedere rotolare giù da una cengia le nostre nuove scarpette, e non saremo a nostro agio a fare sicura restando legati ad uno spit in punta di piedi.



Come ti ricordiamo sempre, per le primissime esperienze all’aria aperta è opportuno fare affidamento su una Guida Alpina o un istruttore per prendere confidenza con le manovre e l’arrampicata su roccia in generale.

 


iniziare ad arrampicare



21 luglio 2019