La località di Arco rappresenta la storia dell’arrampicata sportiva in Italia ma allo stesso tempo anche una continua scoperta di falesie nuove; tutto questo è ben espresso anche dall’evento che si tiene tutti gli anni in estate, ovvero il Rockmaster. In questa grande festa che vede alternarsi gare di boulder e duelli, competizioni tra giovani emergenti e tra i più grandi top climber, c’è spazio anche per la consegna del premio “Arco Rock Legends” che simboleggia sempre un mattone in più nella storia dell’arrampicata.



Oltre al Climbing Stadium dove si svolge l’evento, Arco dispone di roccia a non finire: a fianco quindi di falesie che risalgono agli anni ’80 come Massone (*), si aggiungono ogni anno settori e falesie nuove con vie che non risentono ancora dell’alta frequentazione degli arrampicatori e che sono di altissima qualità.



Arco infatti richiama durante tutto l’anno arrampicatori da tutta Europa, classificandosi come la meta più International tra le falesie italiane: l’ambiente incredibile delle falesie, la posizione strategica e la bellezza delle vie sono elementi chiave per una meta da cinque stelle.



Anche se si suddivide in moltissime aree, la roccia è quasi sempre calcare caratterizzata da tacche e buchi, molto spesso su pareti verticali o leggermente strapiombanti. Molti nuovi settori sono stati sviluppati su grotte e strutture molto più strapiombanti, dove l’arrampicata tecnica e di dita lascia spazio ad uno stile più atletico e combinato ad una buona dose di forza.



La praticità degli avvicinamenti e delle basi fa di Arco una delle mete preferite anche dagli arrampicatori con famiglia; la varietà delle falesie ti permette di trovare vie per ogni livello con interi settori di vie facili dove anche i piccoli arrampicatori in erba possono provare ad arrampicare. Puoi trovarne una esauriente presentazione nella guida di Versante Sud Arco.



fonte: guidedolomiti



12 agosto 2019