La falesia di Buoux è permeata di storia e di vie classiche, e forse è per questo raramente si sente qualcuno andare a passare lì le proprie vacanze! Lo stile di arrampicata non è decisamente di moda, placche tecniche, “pance” a buchi, piccole prese con chiodatura storica (cioè lunga) e gradi “tirati”. Perché quindi parlare di Buoux? Perché ne vale assolutamente la pena.



Situata nel Luberon, nell’omonimo paese vicino alla città di Apt, Buoux è immersa nei campi di lavanda e, quando sono in fioritura, lo spettacolo naturale è unico. La valle offre parecchie gites che meritano la visita: case d’epoca ristrutturate, immerse nel silenzio e nella natura, con prodotti locali fatti a mano. Una su tutte è la Gran Bastide, che offre anche una attrezzatissima cucina in comune.



Ma passiamo all’arrampicata: negli anni ’70 Buoux era considerata una delle falesie meglio attrezzate di cui disponesse il popolo degli arrampicatori. Fu in questo periodo che l’arrampicata iniziò ad essere vista come uno sport a sé e non solo come un allenamento per l’alpinismo. Buoux, con le sue vie spettacolari e molto dure, contribuì a vedere la falesia in ottica sportiva ed infatti negli anni ’80 si ritrovò ad avere il primo 8b di Francia, “Les mains sales”, chiodato e liberato da Marc Lemenestrel. La difficoltà dei tiri di cui disponesse Buoux aumentò in maniera esponenziale in pochissimo tempo, attirando a sé tutti gli arrampicatori più forti dell’epoca.



La roccia è calcare ipersolido e lavorato, ma è stato anche molto frequentato, nel bene e nel male: inutile dire che spesso le prese siano un po’ scivolose, fattore che aggiunge sempre quel “pepe” in più ai luoghi storici. Ora le vie sono state quasi tutte richiodate e dal 2010 è anche possibile arrampicare nuovamente nel settore Ovest, dove sono concentrate molte delle vie più dure (e belle) della falesia. I vari settori offrono differenti esposizioni, ma in generale si può dire che Buoux prende molto sole, ed è quindi ideale dall’autunno alla primavera. L’avvicinamento è minimo, una decina di minuti a piedi, ma non rappresenta una meta ideale per le famiglie in quanto spesso le basi non sono comodissime.


Arrampicata Buoux Francia


Arrampicata Buoux Francia autunno placca


19 ottobre 2017