12 ottobre 2016



Oggi parliamo con Fabio di un argomento a volte sottovalutato ma di vitale importanza durante la pratica degli sport in montagna: la pulizia dell'attrezzatura tecnica. Non si tratta certo di un fattore estetico: la pulizia del materiale fa la differenza sia per quanto riguarda le prestazioni che, soprattutto, per la sicurezza.


Oliunìd Shop: Fabio, come tratti gli attrezzi del tuo mestiere?

Fabio Meraldi: Senza dubbio bisogna distinguere due livelli di pulizia. Il primo segue ad un controllo “quotidiano” dell'attrezzatura e va fatto ogni volta che si utilizza il materiale. Si tratta soprattutto di un controllo della nostra corda, che è il posto in cui si annida potenzialmente più sporcizia in assoluto, anche stando nel porta corda.


O.: Qual è il problema con lo sporco che si nasconde nella corda?

F.M.: Il problema qui è che, a partire dalla corda, fango, foglie, sabbia, terriccio si trasferiscono poi a tutto il resto dell'attrezzatura che entra in contatto con essa: moschettoni, imbraghi, rinvii, eccetera. Il consiglio è, una volta arrivati a casa, di prendersi cinque minuti per passare la corda (per tutta la lunghezza) con un rope brush in modo da togliere il grosso dello sporco.


O.: Con questo siamo a posto per la pulizia “spiccia”.

F.M.: Certo, ma non è sufficiente. In relazione a quanto usiamo il materiale c'è bisogno di fare regolarmente una pulizia di fondo. Il materiale tessile, che siano corde, fettucce o imbraghi, circa una volta all'anno lo passo in lavatrice senza centrifuga e a bassa temperatura (mai sopra i 30°) con un detergente neutroPer l'asciugatura è buona norma che il tessile sia messo ad asciugare all'aria aperta e all'ombra, lontano da fonti di calore.

 

O.: E per quanto riguarda i “ferri”?

F.M.: Moschettoni, assicuratori e il resto dei prodotti metallici possono essere passati inizialmente con un getto di aria compressa. Passiamo poi in rassegna leve, ghiere e camme per valutare eventualmente di rimuovere blocchi “persistenti” con una spruzzata minima di silicone spray. In questo modo si rende il funzionamento delle parti meccaniche fluido e uniforme.



 

Le informazioni contenute in questo articolo sono semplicemente delle linee guida: prima di cominciare a scalare è importante essere seguiti nell'apprendimento delle manovre base da esperti qualificati. Inoltre l'articolo non pretende di essere esaustivo per quanto riguarda il corretto funzionamento dell'attrezzatura illustrata, per cui si rimanda ai manuali d'uso.


Questo articolo è parte di una serie sulla sicurezza verticale.