22 ottobre 2016

 

Il prodotto di oggi sono le sfere per l'allenamento dell'arrampicata. Si tratta di uno degli strumenti più utili per allenarti: sono delle sfere in resina o in legno con un gancio sulla parte superiore. Le puoi facilmente appendere a qualsiasi sbarra orizzontale.



Il principio ovvio del funzionamento di questi strumenti è lo stesso della sbarra per le trazioni, ma la sfere hanno vari vantaggi che le rendono specificamente adatti agli arrampicatori. Il primo è evidente: la forma della sfera costringe ad una presa a cui la mano di un non addetto ai lavori non è abituata. Anche semplicemente rimanere appesi alle sfere crea le condizioni perfette per l'allenamento: infatti dovrai stringere il più possibile la presa per non lasciartela sfuggire, e soprattutto dovrai tenere la presa salda per tutto il tempo. Le sfere risultano un ottimo strumento per aumentare la capacità di tenere svasi e pinzate.



Come si vede nella foto a fianco, ci sono due modalità principali per utilizzarle. Per iniziare si può afferrare la sfera da sopra, più vicino possibile al gancio. Andando invece ad afferrarle da sotto si arriva ad un livello di difficoltà maggiore: tutto lo sforzo è concentrato sulle dita.



Altro vantaggio rispetto alla sbarra fissa o al trave, anch'esso fisso, è che le palle sono mobili. Questo causa dei movimenti inerziali durante la sospensione ed aumenta la difficoltà dell'esercizio, portando a sviluppare la cosiddetta forza “core”, ossia un insieme di equilibrio, stabilità e potenza della zona lombare ed addominale. Manna dal cielo per un arrampicatore!



Ultimo ma non meno importante: le sfere sono tra gli strumenti da allenamento meno traumatici che puoi trovare. La loro forma tonda infatti è la meno invasiva possibile per le giunture delle dita. Questo significa che il tuo allenamento potrà durare più a lungo senza causare danni ai legamenti. Inoltre il movimento rotatorio reso possibile dalla mobilità delle sfere porta le spalle a muoversi in modo naturale, simulando la posizione che si assume quando si tengono i rovesci.