Perdere massa, guadagnare massa? Qualsiasi persona che abbia mai anche solo provato ad arrampicare per un minuto si sarà reso conto che il nostro nemico principale è la forza di gravità. Il metodo migliore per raggiungere l'obiettivo di eludere questa antipatica legge fisica è semplice: diminuire il peso! Certo, la potenza è necessaria e dita d'acciaio vi aiuteranno a non lasciare andare quella maledetta tacca, ma diminuendo i chili che dovrete sollevare per arrivare alla presa successiva metà del problema si risolverà.


 

 

Durante la fase attiva, quella in cui vogliamo raggiungere le grandi prestazioni, è dunque un bene calare, in particolare bruciare la massa grassa. Gli atleti di alto livello tendono ad avere, nella fase da gara, una massa grassa intorno al 12-14% per le donne e 5-6% per gli uomini. Per i comuni mortali questi standard sono molto aggressivi: in realtà già sotto ai 17 punti percentuali si può considerare una proporzione accettabile per una persona in forma.

 

C'è poco da fare: per buttare giù peso bisogna bruciare più calorie di quante se ne assumono. È evidente che questo presuppone un ciclo di allenamenti regolare; ci sono però anche un certo tipo di alimenti che è consigliabile assumere se si vuole aiutare il processo. Ad esempio è bene non assumere carboidrati dopo che abbiamo concluso i pasti, per non aumentare la massa grassa. Il tipo di alimentazione indicata prima di una sessione di arrampicata invece prevede carboidrati (derivanti sia dalla pasta che dalla verdura) da assumere la sera prima. Questo porta il corpo ad immagazzinare la giusta quantità di energia da sprigionare durante lo sforzo fisico. L'ultimo pasto intero andrebbe fatto almeno tre ore prima di cominciare, mentre fino ad un'ora prima si può fare uno spuntino.

 

 

Altrettanto importante è bere molta acqua prima di cominciare, prevenendo l'inevitabile perdita di liquidi che qualsiasi sport determina. Anche durante l'arrampicata è bene bere molto, inoltre portarsi degli snack è consigliabile soprattutto in occasione di vie multitiro in cui il tempo sulla parete si allunga. Dopo l'arrampicata la cosa migliore è equilibrare con proteine, possibilmente di varia natura. In questo modo reintegriamo le sostanze nutritive bruciate durante lo sforzo.

 

 

Con queste poche righe non vogliamo certo dare uno schema preciso o fornire una panacea per alzare improvvisamente il grado dell'arrampicata solo cambiando dieta, ma delle linee guida che sicuramente possono essere utili. E ricordate sempre che una birra non si nega MAI!