Fabio Palma è dal 2015 uno degli allenatori dei giovani Ragni di Lecco ed ora autore del nuovo manuale di Versante Sud: "Allenare i giovani all'arrampicata sportiva". La sua passione per il tema dell’allenamento in arrampicata sportiva lo ha portato ad osservare l’evoluzione della tracciatura e quindi della preparazione fisica necessaria per adattarsi allo stile dei nuovi boulder. I nuovi volumi sempre più presenti nelle gare sia di boulder che di difficoltà richiedono ora una preparazione fisica molto più completa, facendo dell’arrampicata sportiva una delle discipline più complete in assoluto, almeno pari al nuoto. Questo non vuol dire che si tratti di un libro destinato solo ai giovani che fanno competizioni ad alto livello, ma a chiunque voglia approfondire le possibilità di allenarsi diversamente, riconoscendo l'importanza di gruppi muscolari che vengono spesso lasciati in secondo piano e con programmazioni innovative.



La programmazione DUP è sicuramente una di queste, ed infatti avevamo già nominato Fabio Palma sul nostro post relativo a questo argomento, in cui l’autore del libro era stato intervistato da Daniele di DP Climbing. Mettendo in evidenza le carenze di una programmazione lineare su degli atleti che devono rimanere al top della forma per molti mesi all’anno, sempre impegnati in qualche gara nazionale od internazionale, Fabio Palma suggerisce di provare ad adottare questo sistema per avere dei risultati altamente soddisfacenti.



Gli adulti che già arrampicano da anni troveranno in questo libro comunque le risposte a molte domande che possono riguardare il plateau delle performance, i cali della forma dovuti a certi tipi di lavoro e soprattutto all’inadeguatezza dei vecchi modelli di allenamento rispetto alle nuove tracciature in palestra, con le quali bene o male ci confrontiamo tutti. Inoltre le osservazioni di anni di allenamento hanno portato l’autore a notare come questo tipo di preparazione non penalizza sulla roccia: anzi, il supporto delle gambe su cui lui fa lavorare moltissimo, la mobilità articolare molto elevata e la coordinazione danno risultati eccezionali anche su stili di arrampicata molto di dita, come può essere il calcare a tacche.



Fabio Palma, facendo riferimento ad un’ampia bibliografia estera, spinge molto sugli esercizi di pliometria che stimolano allo stesso tempo la coordinazione e la velocità del movimento. In “Allenare i giovani all’arrampicata sportiva” puoi quindi trovare una base teorica che va ad arricchire le conoscenze che tutti noi arrampicatori bene o male acquisiamo sul campo, integrandola con esercizi, esempi di programmazione, illustrazioni ed immagini davvero eccezionali.



Un libro assolutamente da avere se almeno una volta nella vita hai voluto andare a fondo in una programmazione di allenamento, cercando di capirne la struttura e gli effetti nel breve e nel lungo termine. Edito da Versante Sud, lo trovi disponibile su Oliunìd!



allenare i giovani all'arrampicata sportiva



3 dicembre 2019